Sulla pelle viva – Come si costruisce una catastrofe. Il caso del Vajont

Il volume “Sulla Pelle Viva: Come si costruisce una catastrofe. Il caso del Vajont” di Tina Merlin getta una luce struggente sulle vicende che portarono alla “tragedia annunciata” avvenuta esattamente 60 anni fa, il 9 ottobre 1963. Questo libro straordinario non solo traccia una mappa dei fatti, ma offre una visione profonda e commovente del disastro che ha segnato una generazione intera.

L’8 settembre 2023, nella piazzetta del Bersagliere (porticciolo di Cortellazzo a Jesolo), Marica Rampazzo e Filippo Tognazzo del Zelda Teatro narreranno questa storia attraverso un coinvolgente reading teatrale, accompagnato dalle suggestive musiche composte da Nereo Fiori.

L’epicentro del racconto si divide in due poli: da un lato, le piccole e coraggiose comunità montane di Erto e Casso, strenuamente determinate a preservare la loro identità culturale; dall’altro, il progetto idroelettrico ambizioso della SADE, guidato da una visione globalista incentrata sul profitto e lo sfruttamento delle risorse naturali. Nel mezzo di questa collisione di interessi, Tina Merlin emerge come una giornalista originaria delle terre bellunesi, caratterizzata da una determinazione incrollabile nell’indagare, comprendere e raccontare la storia di due comunità prima trasformate e poi distrutte da una catastrofe che, in teoria, poteva essere evitata.

A sessant’anni dalla tragedia del Vajont, l’inchiesta coraggiosa condotta da Tina Merlin continua a irradiare la sua straordinaria forza e a fornire un riflesso profondo sul complesso rapporto tra l’umanità e la natura, spingendoci a meditare sulle lezioni del passato e sulla necessità di affrontare le sfide ambientali del presente e del futuro.

Lo spettacolo inizia alle 20:45

In caso di maltempo si terrà lunedì 11/09, sempre alle 20:45.



Cerchi un alloggio a Jesolo? Posso aiutarti ad organizzare la tua prossima vacanza al mare.